I nuovi razzismi

12 Marzo 2019

Realizzata il 12 marzo la cerimonia di premiazione degli studenti che hanno partecipato al concorso indetto dall’Istituto Gramsci di Grosseto dal titolo “1938-2018: dalle leggi razziali ai nuovi razzismi”.

E’ il secondo di una serie di appuntamenti che l’Istituto propone alle scuole del territorio grossetano.

I ragazzi hanno risposto con opere interessanti e per l’Istituto è importante aver contribuito a farli soffermare su un tema drammatico e purtroppo di evidente attualità.

Dal bando di concorso fino alla presentazione delle opere Lucia Matergi e Nino Muzzi, membri del Direttivo dell’Istituto, hanno incontrato i giovani e dialogato intensamente con loro, riscontrando curiosità e impegno. Anche questo è un segnale prezioso.

La premiazione delle opere si è svolta presso il Liceo Artistico in via Pian d’Alma alla presenza della rappresentante della dirigente, degli studenti e delle insegnanti Naima De persis e Tamara Fiorenzoni, che hanno dimostrato estrema disponibilità, grande interesse per il lavoro dell’Istituto e volontà di collaborazione. La loro capacità di coinvolgimento trova una prova tangibile nella vivacità delle opere degli studenti.

Presente il dott. Dino Cibecchini in rappresentanza di Banca Tema, ancora una volta sponsor delle nostre attività rivolte ai giovani del territorio.

Sempre dalla data del 12 marzo le opere dei ragazzi saranno esposte in mostra nei locali dell’Abbriccico, lo spazio polifunzionale della Cooperativa sociale Uscita di Sicurezza, uno dei soggetti territoriali più aperti sul tema dei diritti e più direttamente coinvolti nelle problematiche dell’accoglienza.

Consigliamo a tutti di visitare la mostra, di grande suggestione, anche per un intelligente allestimento, in cui le insegnanti sono state supportate dal personale messo a disposizione da Uscita di Sicurezza.

La mostra merita davvero di essere vista.

 

Le vincitrici: 1° premio Marta Ingrosso, 2° premio Silvia Manzi, 3° premio Iman Khadra

Tesori di famiglia

25 Febbraio 2019

Tesori di famiglia, il primo incontro alla Rocca di Montemassi

Oggi 25 febbraio si è svolto il primo incontro del progetto “Tesori di famiglia”, curato dall’Archivio storico Unicoop Tirreno insieme alla Sezioni Soci Colline maremmane. L’iniziativa, alla sua seconda edizione, nasce per promuovere l’interesse nei confronti delle memorie private e della loro conservazione, contribuendo per questa via a rafforzare il senso di comunità. Il tema prescelto per questo avvio, “Il valore civico della memoria”, è stato svolto da Enrico Mannari, politologo e docente alla LUISS. Ampio e vivace il dibattito tra i numerosi partecipanti, riuniti presso la tenuta Rocca di Montemassi. All’Istituto Gramsci di Grosseto, coinvolto fin dalla prima edizione in Tesori di Famiglia, sarà affidata la cura del secondo incontro in calendario, previsto per il prossimo 6 marzo sul tema “Ricette di famiglia, ovvero il cibo come testimonianza di continuità”

Bolsonero contro Gramsci

13 Dicembre 2018

Quello che ossessiona Bolsonero sono gl’insegnanti e in genere gl’intellettuali capaci di veicolare nelle nuove generazioni il pensiero di Gramsci che in America Latina ha sempre trovato un ascolto attento sia fra gli studiosi che fra gl’intellettuali e nei militanti di sinistra o semplicemente democratici.

Leggete l’allegato Bolsonaro ossessionato da Gramsci censura gli insegnanti – Popoff Quotidiano

Facebook

Gramsci

In piazza contro i nuovi fascismi

8 Settembre 2018

20180908_163301

Una bella piazza, piena di persone convinte e attente, decise a testimoniare il loro no alle nuove spoglie di cui si veste il fascismo dei giorni nostri. Questo si è visto alla manifestazione dal titolo programmatico: “Restiamo umani”.

Numerosi e apprezzati gl’interventi dei rappresentanti delle tante realtà che vi hanno aderito: dall’ANPI alla Regione Toscana. Da tutti il rifiuto della prevaricazione e il senso di urgenza di unità delle forze antifasciste.

La Grosseto democratica ha ascoltato e si è riconosciuta nel messaggio condiviso.

Restiamo umani

8 Settembre 2018

locandina def

Sabato 8 settembre la Grosseto democratica si raduna in piazza Dante per contrastare le derive fasciste ormai evidenti nel tessuto locale e mai contrastate, anzi supportate dall’amministrazione locale, in palese contrasto rispetto al dettato della Costituzione Italiana. L’Istituto Gramsci di Grosseto aderisce e partecipa alla manifestazione.