storia

Argomenti di storia contemporanea dall’Istituto Gramsci Grosseto

Letture

13 aprile 2016

Letture-prosperoInizia giovedì 21 aprile alle 17, con la presentazione di La scienza politica di Gramsci a cura dell’autore Michele Prospero, il ciclo 2016 di incontri organizzati da Istituto Gramsci Gr insieme a Fondazione L.Bianciardi. In questo libro l’autore, filosofo docente di filosofia del diritto alla Sapienza, propone una lettura dell’opera gramsciana orientata sui classici della modernità, evidenziando la capacità del grande intellettuale comunista di cimentarsi con le grandi questioni della storia d’Italia con l’occhio attento alla sua contemporaneità, che per tante questioni è anche la nostra.

Due colpi

10 novembre 2015

Due-colpi-di-pistola-EmilioDue colpi, quelli sparati a Sarajevo, che cambiarono il mondo e costrinsero il mondo a guardarsi con altri occhi. Su tanta letteratura che oggi viene proposta, nell’ambito di un centenario che ci riporta ad un evento lontano, ma comunque denso di conseguenze, la ricerca dello storico Emilio Gentile si concentra sul tragico attentato e sul crollo di un equilibrio considerato granitico e inattaccabile, che invece si 2015-11-13%2018.56.16sgretolò inesorabilmente, rivelandosi guscio vuoto e inadeguato alle logiche del nuovo secolo.L’Istituto Gramsci di Grosseto propone una conversazione con l’autore, per ragionare sulla Grande Guerra partendo dai dati e dai fatti più clamorosi, per soffermarsi poi, nello stile dell’istituto stesso, sulle conseguenze più significative che questa produsse nel tessuto socioculturale, a partire dalla retorica del combattimento, così tragicamente stimolante per scelte politiche successive. 2015-11-13%2017.44.29“Due colpi, dieci milioni di morti, la fine di un mondo” ed. Laterza, con Emilio Gentile, a cura di Istituto Gramsci Grosseto, sede di via De Pretis 32/34 Gr ore 17 di venerdì 13 novembre.

Festa dell’Unità 2015: l’Ucraina e noi

7 settembre 2015

Piazza Maidan

Un’Ucraina dilaniata da contrapposti schieramenti, all’indomani dal fallimento della rivoluzione arancione che, pur tra tante perplessità suscitate dalle provenienze spesso politicamente ambigue dei suoi protagonisti, aveva suscitato entusiasmi e speranze di un futuro percorso verso la democrazia. Un paese ancora saldamente in mano degli oligarchi, vera e propria casta di dominatori del connubio politica/interessi economici. Di questo hanno dibattuto Flavio Fusi, corrispondente dall’Ucraina per il Tg3 negli anni caldi delle agitazioni, e Massimiliano Frascino, giornalista free lance esperto di politica internazionale. Nessuna parola definitiva, molti spiragli di conoscenza, altrettanti interrogativi: un pubblico interessato e partecipe stimola l’Istituto Gramsci ad alimentare con successive iniziative questo piccolo faro sulla politica internazionale.

Quale democrazia?

23 febbraio 2013

Da anni ormai si sta dibattendo senza tregua sul tema della democrazia sia con la d maiuscola che con la d minuscola, cioè sui concetti fondamentali e fondanti e sulle forme contingenti del “governo del popolo”. Questa iniziativa s’inserisce a conclusione del nostro dibattito su  Intellettuali e Popolo in Maremma  e vuol richiamare l’attenzione e la riflessione anche sull’attuale campagna elettorale.

Read more »

Anne Frank a Grosseto

26 gennaio 2013

Martedi, 6 giugno 1944
(…)
Truppe inglesi e americane sono impegnate in duri combattimenti. Discorsi di Gerbrandy, del primo ministro del Belgio, del re Haakon di Norvegia, di De Gaulle per la Francia, del re d’Inghilterra, di Churchill.
L’alloggio segreto è in subbuglio! Si avvicina dunque davvero la liberazione lungamente attesa, la liberazione di cui si è tanto parlato, ma che è troppo bella, troppo leggendaria per diventar mai realtà? Quest’anno, il 1944, ci darà la vittoria? Non lo sappiamo ancora, ma la speranza ci fa rivivere, ci ridona coraggio e forza. Ci vorrà coraggio infatti per resistere alle continue angosce, alle privazioni, alle sofferenze; ora ciò che più importa è rimanere calmi e tenaci. Ora più che mai occorre ficcare le unghie nella carne per non gridare.

(dal  Diario  di Anne Frank) Read more »

Gl’intellettuali della globalizzazione

11 gennaio 2013

Nella ripresa del dibattito su  Intellettuali e Popolo   il prossimo tema su cui far convergere i contributi riguarderà le nuove forme con cui oggi si presenta la figura dell’Intellettuale e la sua funzione sociale in un mondo in cui il Popolo cambia volto con grande fluidità.  Per quanto riguarda l’Intellettuale transnazionale dell’economia globalizzata, tanto per […]


Gramsci e i pacifisti cattolici

10 dicembre 2012

    Io vado lì al giornale, lì trovo tre o quattro che erano i pacifisti, erano contro la guerra. E nel discorso ho capito chi erano, che erano dei cattolici. Io lascio andar via, poi mi presento da Granisci e faccio il segno della croce. E allora Gramsci reagisce, nel senso che voleva darmi una lezione e aiutarmi a capire quello che io non capivo ancora: «Bisogna conquistare queste forze! Bisogna influire su queste forze! Qui non c’è un problema in piedi di religione, c’è un problema di unità, di conquista della classe operaia, eccetera eccetera».

Track :  Battista Santhià  (registrazione del 1976) (Tratto dal volume “Gramsci gl’intellettuali e la cultura proletaria” di C. Bermani)

A Ribolla le Memorie Cooperative

21 ottobre 2012

Il lavoro costituisce uno dei temi centrali dell’attività dell’Istituto Gramsci GR. Contrastarne la precarietà significa indagare e sostenere tutte le possibili forme stabili di occupazione, comprese quelle che il mondo della cooperazione può offrire oggi. Ma significa al tempo stesso valorizzare il lavoro come realizzazione storica, come presenza e testimonianza. La cultura del lavoro passa anche dalla tutela della sua memoria. Per questo l’Istituto Gramsci GR segue con interesse e attenzione la Fondazione Memorie Cooperative e ne segnala la presentazione ufficiale dell’attività il 26 ottobre alle ore 9,30 al Teatro di Ribolla.

 

 

 

 

 

 

 

A 75 anni dalla morte

6 ottobre 2012

A 75 anni dalla morte, ancora tante bugie su Antonio Gramsci Donzelli pubblica  “Il moderno principe” e rilascia una intervista a Simonetta Fiori, alla quale Giancarlo De Vico, docente di Economia Politica, e membro dell’International Gramsci-Society, risponde nel modo seguente: “Cari amici della IGS, vorrei condividere alcune considerazioni sul recente “contributo” gramsciano di C. Donzelli. […]


Addio a Hobstbawm che amava Gramsci

1 ottobre 2012

 

«Caro Nino, tu sei morto da 70 anni ma io ti conosco bene, ti conosco bene dai tuoi ritratti, da tutto ciò che ho letto, dagli scrittori e dagli storici che hanno studiato la tua vita e soprattutto da tutte le tue parole. Tu sei nato nello stesso anno di mio padre e quindi anche questo è un collegamento fra di noi ma io non ti immagino mio padre, al contrario, ti immagino un  vita. Read more »

Calendario

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

Articoli