Quale democrazia?

23 Febbraio 2013 | Filed under: cultura, politica, storia

Da anni ormai si sta dibattendo senza tregua sul tema della democrazia sia con la d maiuscola che con la d minuscola, cioè sui concetti fondamentali e fondanti e sulle forme contingenti del “governo del popolo”. Questa iniziativa s’inserisce a conclusione del nostro dibattito su  Intellettuali e Popolo in Maremma  e vuol richiamare l’attenzione e la riflessione anche sull’attuale campagna elettorale.

L’idea è quella di stimolare una riflessione sui modi contemporanei della partecipazione, a partire dal movimentismo e dalla formazione dei vari “popoli”, da quello del web a quello degli stadi, a quello di Facebook, Twitter etc. Nuovi strumenti della democrazia, almeno apparentemente. Ci interessa smontarli (non necessariamente in senso distruttivo, diciamo chirurgicamente) e ragionarci sopra. Si intende che l’obiettivo dell’Istituto Gramsci di Grosseto è l’impegno a prendere (e far prendere) le distanze dal generale disimpegno civile, alimentato dall’antipolitica.
A trattare il tema sono stati due specialisti, Luca Verzichelli, grossetano docente di scienza della politica all’università di Siena, autore di “Il sistema politico italiano” Il Mulino 2011 e Massimiliano Panarari, docente di analisi del linguaggio politico  all’università di Modena, autore di “L’egemonia sotto culturale- Da Gramsci al gossip” Einaudi 2010. L’incontro è stato condotto da Massimiliano Frascino, giornalista free lance grossetano.

Come preambolo della conversazione è stato proiettato un breve video risultato dal montaggio di vari pezzi di film italiani famosi a partire dagli anni ’50, che testimoniano quanto la politica sia stata nel tempo, in Italia, oggetto di ricorrente ludibrio, in un clima di critica anche feroce, ma distante dall’antipolitica qualunquista dei giorni nostri.

 

Tags: ,

Calendario

maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Articoli