La tempesta di Sasà

18 Agosto 2016 | Filed under: cultura, notizie, politica

17 agosto, Cava di Roselle. Una serata a cura di Clorofilla Film Festival e Istituto Gramsci Gr, dedicata a un libro interessante, La tempesta di Sasà,e al suo autore Salvatore Striano, intervistato da Lucia Matergi.

Salvatore, attore ormai noto nel mondo del cinema, soprattutto grazie alla sua interpretazione del personaggio di Bruto nel film “Cesare deve morire” dei Taviani, scrive del suo passato malavitoso, della sua condanna, latitanza e  detenzione in carcere prima in Spagna e poi a Rebibbia. La salvezza gli arriva dal teatro, dalla voce dei classici, dalla folgorazione scatenata dalla Tempesta di Shakespeare, in cui Salvatore impersona Ariel fino a diventare Ariel. Da lì la liberazione e la possibilità di vivere da attore, anche una volta scontata la pena. Un percorso straordinario, quasi un unicum rispetto alle enormi difficoltà incontrate di norma da chi esce dal carcere e trova porte chiuse. Quali sono gli aiuti possibili? Quali vie suggerire? La cooperazione sociale potrebbe essere la strada accessibile? Su queste domande si è costruito un dialogo importante, che ha coinvolto anche il pubblico presente.

 

Calendario

gennaio: 2019
L M M G V S D
« Dic    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Articoli