Era l’aprile 2010

16 Settembre 2012 | Filed under: economia, lavoro, politica

La FIAT oggi afferma:  “Da quando Fabbrica Italia è stata annunciata nell’aprile 2010 le cose sono profondamente cambiate. Il mercato dell’auto in Europa è entrato in una grave crisi e quello italiano è crollato ai livelli degli anni settanta. E’ quindi impossibile fare riferimento ad un progetto nato due anni e mezzo fa. E’ necessario infatti che il piano prodotti e i relativi investimenti siano oggetto di costante revisione per adeguarli all’andamento dei mercati”.

E il segretario della Fiom, Maurizio Landini commenta: “Se dalla nota della Fiat emerge che il famoso piano Fabbrica Italia rischia di non esserci più, siamo di fronte ad un problema molto serio. Non aver fatto gli investimenti ha determinato che la Fiat venda meno di altri perché non ha i modelli. In più, c’è il rischio che in Italia un sistema industriale dell’auto, non solo Fiat e componentistica, salti. Quindi la discussione nel governo e nella politica di questo Paese dovrebbe essere di come si fa a evitare che il sistema imploda, salti e si perdano altri posti di lavoro. Il governo, anziché discutere a vanvera di produttività, dovrebbe convocare la Fiat e fare scelte di politica industriale. Invece Monti critica lo Statuto dei lavoratori, critiche che non mi paiono nuove perché quello statuto è stato scassato. Il problema vero per l’Italia  non è che non si può licenziare, il problema è che non si fanno investimenti, c’è troppa precarietà, salari bassi. Quindi bisogna cambiare la politica del Paese. Il governo dovrebbe fare la cosa che in questi anni non è stata fatta, avviare una politica industriale degna di questo nome”.

Tags: ,

Calendario

giugno: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Articoli