La Storia per Gramsci

12 novembre 2016

dizionario-gramscianoProsegue l’iniziativa del Gramsci International di “sfogliare” il dizionario dei termini gramsciani questa volta alla parola Storia. Noi prendiamo l’occasione per soddisfare alla richiesta dei nostri lettori di approfondire maggiormente le tematiche gramsciane. Read more »

Dizionario gramsciano

7 novembre 2016

GramsciContinua l’iniziativa del Gramsci International di presentare via via le tematiche gramsciane estrapolate dal grande dizionario gramsciano di cui qui riproduciamo ma voce “Riforma intellettuale e morale” come piccolo contributo di formazione on line. Buona lettura.

riforma_intellettuale_e_morale_in_dizio

La morte di Tina Anselmi

1 novembre 2016

tina-anslemiPer  tutti coloro che credono nella politica, superando le valutazioni su momenti o fatti contingenti, per attenersi al suo senso lato, la morte di Tina Anselmi è motivo di tristezza e senso di vuoto. Una vita come realizzazione di un ideale, quello della libertà e dei diritti collettivi, in cui la profonda ispirazione religiosa ha coinciso con un senso civico tanto convinto da diventare costantemente stimolo all’azione. Donna di fede e combattente laica, senza contraddizioni, anzi sempre aperta all’impegno comune fin dall’adolescenza di staffetta partigiana. Read more »

Facebook

Gramsci

Oggi a Catania, ma potrebbe verificarsi anche da noi

20 ottobre 2016

medici-braccia-conserte-320x320Obiezione di coscienza, ovvero la facoltà di decidere sulla vita e sulla morte degli altri. Soluzione cattolicissima al problema dell’aborto legale, quindi garantito a tutte e gratuito. Di oggi il caso di una donna incinta, in gravissimo pericolo di vita, morta per responsabilità del ginecologo di turno, che si rifiuta di operare prima che il feto morente sia dato definitivamente per morto. Il medico è obiettore di coscienza. Read more »

Un amor di pagina terzo appuntamento

2 ottobre 2016

un-amaor-di-pagina-bellow

Per il terzo appuntamento di lettura Flavio Fusi ci presenterà Saul Bellow. La libreria Palomar ci offre uno spazio “notturno” a cui bisogna aggiungere una piccola degustazione del vino di Massimo, sempre ospite gentile.